Piano straordinario biennale di adeguamento delle strutture ricettivo alberghiere

Sulla Gazzetta Ufficiale del 30 Marzo 2012 è stato pubblicato il D.M. 16 Marzo 2012 – Piano straordinario biennale di adeguamento delle strutture ricettivo alberghiere.

Il decreto si riferisce alle strutture già esistenti a Maggio 1994 (data di entrata in vigore del D.M. 09 Aprile 1994), con oltre 25 posti letto e che non abbiano ancora completato l’adeguamento alle disposizioni  antincendio.

Possono essere ammesse al Piano le strutture ricettivo alberghiero che alla data 29 Aprile 2012 (data di entrata in vigore del D.M. 16 Marzo 2012) sono in possesso dei requisiti di sicurezza antincendio necessari previsti dall’art.5 D.M. 16 Marzo 2012.

Entro il 30 Maggio 2012 (30 giorni dall’entrata in vigore del D.M. 16 Marzo 2012) gli enti e i privati responsabili delle strutture ricettive devono presentare al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco apposita domanda di ammissione al Piano, richiesta di valutazione del progetto (o se già in possesso, estremi di approvazione del progetto di adeguamento), programma di adeguamento alle vigenti normative di sicurezza

Le strutture dovranno poi adeguarsi alle disposizioni antincendio entro il 31 Dicembre 2012.

Il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, entro 60 giorni dal ricevimento dell’istanza effettuerà i controlli volti ad accertare il rispetto dei requisiti di sicurezza e si esprimerà sull’ammissione del piano straordinario.
In caso di omessa presentazione dell’istanza, di mancata ammissione al piano straordinario ovvero nel caso in cui, alla data del 31 dicembre 2013, non risulti ancora completato l’adeguamento antincendio delle strutture delle strutture ricettive, verranno applicate le sanzioni previste dal D.P.R. 151/2011.

Studio S@S offre assistenza per la presentazione del Piano tramite l’appoggio di tecnici qualificati in grado di produrre la necessaria documentazione.

Ulteriore novità introdotta dal D.M. 16 Marzo 2012 riguarda gli addetti antincendio. Le strutture per essere ammesse al Piano straordinario biennale di adeguamento delle strutture ricettivo alberghiere devono prevedere un servizio integrativo di addetti antincendio (oltre agli addetti antincendio già presenti), come segue:

–         numero di posti letto superiore a 25 e inferiore a 100  deve essere presente un addetto antincendio che deve aver frequentato corso antincendio a Medio Rischio e conseguito l’attestato di idoneità tecnica presso il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.

–         Numero di posti letto superiore a 100 e inferiore a 300 devono essere presenti due addetti antincendio che devono aver frequentato corso antincendio ad Alto Rischio e aver conseguito l’attestato di idoneità tecnica presso il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco. Con l’aggiunta di un ulteriore addetto per ogni incremento della capacità ricettiva di 150 posti letto.

Gli addetti del servizio integrativo antincendio devono essere sempre presente durante l’esercizio dell’attività della struttura.

Viene anche chiesto un aggiornamento del corso antincendio con cadenza biennale.