DICHIARAZIONE MUD 2013

Il Dpcm del 20 Dicembre 2012 ha stabilito la modulistica e le modalità per la presentazione del MUD 2013, che dovrà essere presentato entro il 30 aprile p.v..

Di seguito vengono elencate le principali novità rispetto allo scorso anno:

 

CHI SONO I SOGGETTI TENUTI

Oltre ai produttori iniziali di rifiuti, devono presentare il MUD anche i soggetti che effettuano a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti, compreso il trasporto di rifiuti pericolosi prodotti dal dichiarante, commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione.

COSA È CAMBIATO NEI DATI DA TRASMETTERE

Non viene richiesto di fornire il dato relativo allo stato fisico del rifiuto; i produttori devono indicare la giacenza, ovvero la quantità di rifiuto prodotto nell’anno di riferimento e non avviato al recupero o allo smaltimento; sia per l’importazione che per l’esportazione di rifiuti è stato introdotto il riferimento al nuovo regolamento CE 1013/2006; i produttori che conferiscono i rifiuti all’estero devono indicare l’attività che viene svolta sul rifiuto dal destinatario.

COME VA COMPILATO

La comunicazione Rifiuti Speciali deve essere compilata tramite software; i soli produttori che producono, nella propria Unità Locale, non più di 7 rifiuti e, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali possono presentare la Comunicazione Rifiuti Speciali su supporto cartaceo (Comunicazione semplificata).

COME VA TRASMESSO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

La presentazione alla Camera di Commercio può avvenire esclusivamente per via telematica: non è più possibile la spedizione postale o la consegna diretta del supporto magnetico.

La trasmissione deve avvenire tramite il sito www.mudtelematico.it

Per la trasmissione telematica i soggetti dichiaranti debbono essere in possesso di un dispositivo contenente un certificato di firma digitale.

Le associazioni di categoria, i professionisti e gli studi di consulenza possono inviare telematicamente i MUD compilati per conto dei propri associati e dei propri clienti apponendo cumulativamente ad ogni invio la propria firma elettronica sulla base di espressa delega scritta dei propri associati e dei clienti (i quali restano responsabili della veridicità dei dati dichiarati) che deve essere mantenuta presso la sede delle medesime associazioni e studi.