PREVENZIONE INCENDI DELLE STRUTTURE RICETTIVE TURISTICO-ALBERGHIERE: ALCUNI CHIARIMENTI SULLA FORMAZIONE DEGLI ADDETTI ANTINCENDIO

Qualche giorno fa è stato pubblicato in gazzetta ufficiale il Decreto 29 marzo 2013 contenente alcuni chiarimenti sulla formazione degli addetti antincendio per le strutture turistico-alberghiere.

Nello specifico il sopracitato decreto riformula il comma 6 dell’art. 5 del decreto del Ministro dell’interno 16 marzo 2012 , al fine di indicare espressamente la tipologia di corso che gli addetti al servizio antincendi dovranno frequentare per conseguire l’attestato di idoneita’ tecnica previsto dalla legge.

 

I corsi sono quindi così definiti:

 

  • corsi di cui all’allegato IX del decreto del Ministro dell’interno 10 marzo 1998, rispettivamente di tipo B (addetti medio rischio), per le strutture ricettive di categoria A (strutture fino a 50 posti letto) e B (da 50 a 100 posti letto);
  • corsi del tipo C (addetti alto rischio), per le strutture ricettive di categoria C (oltre 100 posti letto) e per le strutture riportate nell’allegato X del D.M. 10 marzo 1998 (es. uffici con oltre 500 dipendenti, scuole con oltre 300 persone, ospedali e case di cura, ecc…)