SETTORE AGRICOLO: SEMPLIFICAZIONE PER I LAVORATORI STAGIONALI

Il ministero del Lavoro ha reso nota la pubblicazione del decreto Interministeriale del 27 marzo 2013 in materia di informazione, formazione e sorveglianza sanitaria dei lavoratori stagionali del settore agricolo.

Il decreto porta nuove semplificazioni per gli adempimenti di cui sopra, con attenzione alle specificità dell’attività esercitata dalle imprese medie e piccole operanti nel settore agricolo. Le semplificazioni riguardano le aziende che impiegano i lavoratori stagionali che svolgono presso la stessa azienda un numero di giornate non superiore a cinquanta nell’anno, limitatamente a lavorazioni generiche e semplici non richiedenti specifici requisiti professionali. Il decreto si applica anche nei confronti dei lavoratori occasionali che svolgono prestazioni di lavoro accessorio (es. piccoli lavori di giardinaggio, lavori di vendemmia stagionale effettuata da studenti o pensionati, ecc).

La prima semplificazione riguarda gli adempimenti in materia di controllo sanitario. Sarà infatti possibile assolvere tali obblighi effettuando solamente la visita medica preventiva del lavoratore (da effettuarsi presso medico competente o dipartimento di prevenzione della ASL), che avrà validità biennale.

La seconda riguarda gli adempimenti sulla informazione e formazione del lavoratore che si considerano assolti mediante consegna al lavoratore di appositi documenti certificati dalla ASL o da enti bilaterali ed organismi paritetici. Per lavoratori stranieri andrà garantita la comprensione della lingua utilizzata nei documenti relativi alla informazione e formazione.