Scarichi idrici

Come indicato dal D. Lgs. 152/2006 è necessario procedere alla presentazione di domanda di autorizzazione allo scarico:

  • delle acque reflue domestiche, derivanti prevalentemente dal metabolismo umano e da attività domestiche (servizi igienici, cucine, mense,…) che recapitano in acque superficiali o sul suolo;
  • delle acque reflue industriali, cioè reflui di processo che provengono da edifici o installazioni in cui si svolgono attività commerciali o di produzione di beni, che recapitano in pubblica fognatura, in acque superficiali o sul suolo;
  • delle acque meteoriche di dilavamento (di superfici scoperte) che dilavano sostanze/materie adoperate o risultanti dai processi produttivi o rifiuti.
    Le autorizzazioni allo scarico hanno validità quadriennale e devono pertanto essere rinnovate periodicamente.