Progettazione ambienti per manipolazione alimenti

In relazione all’igiene degli alimenti (Reg. 852 e 853 del Pacchetto Igiene), la Comunità Europea ha fissato linee comuni di base atte a garantire un livello di sicurezza alimentare sufficiente ed uniforme in tutti gli stati membri. Perciò, piuttosto che dettagliare i requisiti igienico strutturali cui devono essere conformati gli ambienti di lavorazione, la Comunità ha individuato gli obiettivi generali di igiene cui le imprese alimentari devono attenersi, affinchè gli alimenti prodotti e venduti non comportino alcun rischio per la salute dei consumatori, ponendo appunto l’accento sugli aspetti gestionali e sull’autocontrollo igienico.

I nostri tecnici, sulla base della normativa suddetta e delle Linee Guida specifiche redatte dalla AUSL di Parma nel 2009, per la definizione dei requisiti igienico strutturali – funzionali di base, delle tipologie di esercizi di produzione e somministrazione di alimenti e bevande a carattere familiare e artigianale (settori ristorazione, gastronomia, pasticcera, gelateria), sono disponibili per lo studio e la progettazione degli ambienti.

Terminata la fase di consulenza relativa alla progettazione degli ambienti ed alla redazione della eventuale planimetria, il nostro studio può fornire ulteriore ’assistenza all’OSA (Operatore Settore Alimentare), ai fini della presentazione della pratica sanitaria all’AUSL di competenza per l’apertura della attività (Notifica Sanitaria e Relazione Tecnica ove si tratti di Registrazione, o assistenza per l’ottenimento del Riconoscimento per quelle attività soggette ad esso).