Stress lavoro correlato

Il 31 dicembre 2010 è entrato in vigore l’obbligo di effettuare la valutazione del rischio da stress lavoro-correlato. La valutazione dei fattori di rischio deve avvenire secondo quanto previsto dall’art. 28, comma 1-bis del D. Lgs. 81/08 e s.m.i. che rimanda alle indicazioni della Commissione Consultiva Permanente perla Salutee Sicurezza sul Lavoro emanate il 18/11/2010 e quindi di fatto operative.

La valutazione del rischio da stress lavoro-correlato è parte integrante della valutazione dei rischi.

La Commissioneconsultiva ha previsto come la valutazione del rischio da stress di lavoro-correlato si debba articolare in due fasi distinte: una preliminare (valutazione degli eventi sentinella, contesto e contenuto del lavoro) ed una approfondita (questionari individuali, focus group), la seconda delle quali da attivare nel caso in cui la valutazione preliminare riveli elementi di rischio da stress lavoro-correlato e le misure di correzioni adottate dal datore di lavoro si rivelino inefficaci.

La metodologia che maggiormente ricalca le indicazioni della Commissione, adottata anche quale strumento per la valutazione dallo Studio S@S S.r.l., è quella proposta dal Network Nazionale perla Prevenzionedel Disagio Psicosociale nei Luoghi di Lavoro coordinato dall’ex I.S.P.E.S.L., e consiste in una serie di check-list da compilare e che, automaticamente, attribuiscono un punteggio che colloca l’azienda in una delle fasce di rischio (basso, medio, alto).