Antincendio

Addetti alla prevenzione incendi:


Il decreto ministeriale 10 marzo 1998 regolamenta prevede che il lavoratore incaricato all’attuazione delle misure di prevenzione e lotta antincendio frequenti un corso di formazione la cui durata e i cui contenuti variano in funzione dell’attività lavorativa svolta.

Sulla base della valutazione dei rischi si possono classificare i livelli di rischio come segue:

Rischio basso –> luoghi di lavoro in cui sono presenti sostanze a basso tasso di infiammabilità e le condizioni dei locali offrono scarse possibilità di sviluppare principi di incendio ed in cui, in caso di incendio, le possibilità di propagazione è limitata.

Rischio medio –> luoghi di lavoro in cui sono presenti sostanze infiammabili e/o le condizioni dei locali possono favorire lo sviluppo di incendi, ma nei quali, in caso di incendio, la possibilità di propagazione è limitata.

Rischio alto –> luoghi di lavoro in cui sono presenti sostanze altamente infiammabili e/o le condizioni dei locali sussistono notevoli possibilità di sviluppo di incendio e, in caso di incendio,  forti probabilità di propagazione delle fiamme.